fbpx

I migliori ramponi e ramponcini

In questa guida vogliamo parlarvi dei ramponi o ramponcini. Capiremo insieme quali sono le differenze, le caratteristiche e i modelli migliori da acquistare. Proseguite nella lettura e avrete le idee più chiare.

L’inverno è sempre più vicino e gli appassionati di montagna non vedono l’ora di andare incontro alla natura incontaminata dei luoghi innevati. Per fare lunghe camminate all’aria aperta bisogna scegliere l’abbigliamento e gli strumenti giusti.

Quando usare i ramponi

I ramponi vengono usati su neve compatta o fresca e ghiaccio per evitare di scivolare e non incappare in infortuni o cadute. Differiscono, per esempio, dalle famose ciaspole. Quest’ultime hanno la funzione di non far sprofondare.

Vanno usati dunque per facilitare la progressione del passo. Che si tratti di trekking, alpinismo, attraversamento di ghiacciai o scalate su pareti rocciose, pendii, i ramponi sono l’attrezzo che non deve mancare per tutti gli sportivi e chi affronta la montagna.

Spesso c’è un po’ di confusione tra ramponi e ramponcini, di seguito facciamo un po’ di chiarezza sulle due tipologie di prodotto.

Come scegliere i ramponi o i ramponcini

Ramponi e ramponcini non sono la stessa cosa e la differenza dipende dal tipo di percorso che seguirete e dalla perigliosità della vostra traversata.

I ramponcini sono catene con punte corte, realizzati con grip su neve o ghiaccio. Sono venduti in coppia e consigliati per camminate lungo il piano e su pendii leggeri, mentre non si adattano a terreni rocciosi o pendenti.

Più strutturati, invece, i ramponi. Sono attrezzi con punte metalliche che vengono fissati sotto gli scarponi per far presa sul ghiaccio o sulla neve ghiacciata.

La parte superiore è dedicata al fissaggio sulla scarpa e spesso c’è uno nodo che si adatta alla scarpa su cui viene montato. Quella inferiore presenta un telaio che unisce le punte e poggia sulla base dello scarpone.

Inoltre, possiamo segnalare un’altra distinzione legata alla compatibilità con lo scarpone da trekking. Sul mercato, abbiamo ramponi universali a tutti gli scarponi, adatti al trekking su suolo innevato, attraversamento ghiacciai e pendii non particolarmente tecnici.

Così come i ramponi semi automatici che hanno il vantaggio di una leva di attacco sul tallone. Infine, i ramponi automatici con attacco punta e tallone, molto tecnici e dunque i migliori per salite alpinistiche.

 Quante punte

Passiamo al capitolo punte. Esistono ramponi a 10 o 12 punte, di solito sono quelli più usati e i migliori ramponi se vogliamo dirla tutta. Le tipologie a 12 punte si possono considerare ramponi da ghiaccio universali. Infatti, indossandoli avrete maggiore grip e ciò potrà essere fondamentale nelle situazioni più complesse.

Nel vasto mercato di settore, sono presenti anche quelli a 14 punte. Si tratta di veri e propri ramponi professionali, con l’ultima coppia rimovibile. Sono l’ultima moda tra i migliori ramponi in circolazione.

Infine non vanno scartati ramponi leggeri a 6 punte. Più che altro ramponcini per ghiaccio, da utilizzare in aiuto al movimento nei percorsi di montagna, non troppo ostili e difficoltosi.

Ramponi in alluminio o in acciaio?

Per scegliere i ramponi migliori, bisogna tenere conto del materiale di costruzione. La differenza è notevole tra acciaio ed alluminio. Il primo è oggettivamente più robusto e duro, più resistenti agli urti saranno i vostri strumenti su rocce o percorsi ruvidi. D’altro canto i ramponi in alluminio si rovinano più facilmente, le punte sono più soggette al piegamento.

L’aspetto negativo dell’acciaio è che risulta più pesante.

I migliori ramponi

In quest’ultima parte, vi parleremo dei migliori ramponi da acquistare. Tenendo conto delle indicazioni menzionate sopra, abbiamo analizzato i modelli e le recensioni sul web. Continuate a leggere e prendete qualche appunto magari. Ecco la nostra top 3!

Rampone semiautomatico Climbing

rampone semiautomatico

I primi ramponi che consigliamo sono i più costosi ma quelli con maggiore qualità. Sono ramponi universali a 12 punte e con struttura in acciaio temprato e verniciato, punte anteriori nervate e sistema di macro-regolazione per la misura scarpa. Efficaci, versatili e facili da indossare. Unico neo il fatto che occupano molto spazio.

Climbing Technology Lycan, Rampone Semiautomatico Unisex – Adulto, Nero, Taglia Unica
  • Ramponi a dieci punte ideali per le vie normali a prevalenza glaciale e senza ripide pendenze
  • Hanno una ampie fasce di supporto in materiale polimerico per facilitare la calzata di qualsiasi tipo di scarpone, con o senza inserti ramponabili
  • Presentano cime anteriori larghe e nervate per un sollevamento maggiore su neve dura
  • Hanno una struttura in acciaio temprato e verniciato

Ramponi Unigear

ramponi da ghiaccio

Il secondo modello proposto si compone di 18 denti e copertura e catene robuste e resistenti in acciaio inossidabile. Buona trazione antiscivolo sul ghiaccio e TPE di alta qualità per ambiente estremamente freddi e passeggiate impegnative. Roccia, cascate o ghiaccio non saranno un problema. Facili da indossare sugli scarponi e rapidi da togliere anche in piedi.

 

Ramponcini Rakaraka

ramponcini 19 punte

Sono ramponcini ad artiglio a 19 denti con punte in acciaio e silicone. Perfetti per i sentieri ghiacciati o innevati anche su pendenze al 30% e ottima trazione sul fango. Non idonei invece per arrampicate su cascate di ghiaccio Modello economico ma valido e leggero da portare nello zaino.

Ecco alla fine di questa guida. Come sempre, siamo curiosi delle vostre opinioni. Avete qualche modello di ramponi da consigliare? O qualche feedback sui modelli proposti? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Link utile: Club Alpino Italiano

Rate this post

Leave a Reply