Trekking in Sardegna: le mete più affascinanti

Con i suoi paesaggi selvaggi e incontaminati, il trekking in Sardegna è il luogo perfetto per vivere un’avventura. In quest’isola al centro del Mediterraneo ci sono molti sentieri bellissimi, quindi se siete alla ricerca di una nuova destinazione di viaggio che non vi faccia annoiare, siete nel posto giusto.

Questa guida vi dirà tutto quello che c’è da sapere sulle migliori escursioni e trekking in Sardegna. Se avete sempre desiderato esplorare la natura e sentire il vento che vi scompiglia i capelli mentre camminate lungo un sentiero idilliaco, continuate a leggere.

Il periodo migliore per visitare la Sardegna per escursioni e trekking

La Sardegna ospita escursioni e trekking tutto l’anno. I turisti possono quindi godersi il viaggio in qualsiasi momento dell’anno.

Tuttavia, il periodo migliore per le escursioni sull’isola va da marzo a luglio e da settembre a dicembre. Questi sono i mesi in cui il clima è caldo e le temperature non scendono sotto i 15 gradi. Le precipitazioni sono scarse e il sole splende luminoso.

Il trekking in Sardegna è un’ottima idea durante le stagioni primaverili e autunnali. La brezza leggera e le temperature gradevoli rendono questi mesi i migliori per il trekking in questa regione. È possibile praticare il trekking in Sardegna anche durante l’estate, ma è la stagione più calda dell’anno, quindi il trekking potrebbe risultare scomodo. Se state pianificando un viaggio vi suggeriamo la lettura su nostro sito dell’articolo sulle offerte traghetti per la Sardegna.

montiferru di Cuglieri

4 trekking in Sardegna facili

Il Sentiero dei Banditi si trova nel massiccio del Montiferru. Il cammino parte da Scano di Montiferro e raggiunge le vette del monte scanese. E’ un percorso storico naturalistico facile ma molto interessante.

Le cascate a mare di Cabu Nieddu nel territorio di Cuglieri sono uno spettacolo unico in Sardegna e in Italia, il paesaggio selvaggio ricorda le scogliere a picco dell’Irlanda. Anche questa escursione dura qualche ora ed è adatta a tutti.

Il cammino delle 100 torri percorre tutta la Sardegna e si snoda lungo 8 vie e consente la partenza dalle maggiori città dell’isola. Particolarmente affascinante è la via dei Giganti che parte da torre dei Corsari e arriva fino a Bosa.

Grotte del Sulcis Iglesiente: Se vi piace esplorare le grotte, le Grotte del Sulcis Iglesiente sono una delle migliori escursioni facili da fare in Sardegna. Il sulcis iglesiente è di una bellezza unica, percorsi montani, percorsi geominerari e spiagge incontaminate, insomma ce n’è per tutti i gusti e difficoltà.

5 trekking in Sardegna impegnativi

Cala Goloritzè: Se vi piace nuotare in mare ed esplorare le spiagge e le calette, Cala Goloritzè è un percorso impegnativo da provare nel Supramonte ogliastrino. Se si è appassionati di arrampicata è possibile scalare la guglia, alta 143 metri, una volta scesi nella cala. Il mare è uno dei più belli dell’isola.

Su Fundu Mannu – Quaddu Murru – Monte Gennargentu: a dispetto del nome, il percorso si trova nell’area di Buggerru al confine con Fluminimaggiore. Il percorso dura all’incirca 1 ora.

Montalbo: attraversa il comune di Lodè e arriva nella cresta del Montalbo dove si ha una visuale su due fronti. Il percorso dura all’incirca 40 minuti.

Monte Caravius: la vetta più alta del Sulcis, al confine con il parco WWF di Monte Arcosu, è un’oasi di rara bellezza, si possono incontrare, se si è fortunati, diversi animali selvatici come il cervo sardo. Il percorso dura all’incirca 4,5ore.

Sa Portiscra: il percorso è impegnativo ma ne vale la pena, infatti l’arrivo è a Cala Luna. Il golfo di Orosei è uno spettacolo e il trekking è da fare assolutamente. Il percorso dura circa 8 ore.

Altre escursioni consigliate

Barbagia: la regione della Barbagia è un luogo selvaggio e bellissimo della Sardegna. Ci sono molti sentieri nella regione, ideali per le escursioni. Molti di questi sentieri conducono a bellissime gole e cascate. Se vi piace fare escursioni in paesaggi selvaggi e bellissimi, la Barbagia è il posto migliore per voi.

Montiferru: la regione del Montiferru si trova nella west coast, una delle zone meno turistiche dell’isola ma tra le più affascinanti. Le escursioni sono di varie difficoltà e i sentieri, ancora poco battuti sono molto belli. I paesi nei dintorni sono caratteristici e pieni di storia.

La Sardegna è il luogo perfetto per le escursioni e il trekking. Quest’isola ha molti sentieri bellissimi, che vi permetteranno di esplorare nuovi luoghi e di sentire la natura selvaggia. Ci sono molte escursioni facili e impegnative nell’isola.

Se vi piacciono i bei paesaggi e i luoghi selvaggi, fate un’escursione in Sardegna.  Ora che sapete tutto quello che c’è da sapere sulle migliori escursioni e trekking in Sardegna, cosa state aspettando? Andate a esplorare l’isola con i vostri amici e la vostra famiglia e godetevi la bellezza della natura.

Questi sono solo alcuni suggerimenti, se pensate di fare un’escursione in altre zone della Sardegna, vi suggerisco di dare un’occhiata al sito della RAS Sardegna Sentieri.  Troverete numerosi percorsi con vari livelli di difficoltà.

Le migliori guide illustrate sul trekking in Sardegna

Rate this post

Leave a Reply